TRADUTTORE

Translate Italian to EnglishTranslate Italian to GermanTranslate Italian to FrenchTranslate Italian to PortugueseTranslate Italian to SpanishTranslate Italian to Russian
gadGet by genialFactory

venerdì 10 luglio 2009

Ricordi attorno al "grembiule della nonna"


Il grembiule della nonna

Ti ricordi del grembiule della tua nonna? O della tua mamma ?
L'uso principale del grembiule della Nonna era di proteggere il vestito sotto di esso , ma oltre a ciò :
- Serviva da guanto per prendere una pentola bollente dai fornelli
- Era meraviglioso per asciugare le lacrime dei bimbi e in certe occasioni per pulire la "goccia da naso"
- Il grembiule serviva a trasportare dal pollaio le uova e ogni tanto i pulcini
- Quanto arrivavano visitatori, il grembiule serviva come nascondiglio per bimbi timidi
- Quando il tempo era fresco la Nonna ci si copriva le braccia.
- Questo buon vecchio grembiule serviva da " attizzatore " agitato sopra al fuoco di legna
- E' lui che trasferisce le patate e la legna secca in cucina
- Dall'orto serviva da cesto per numerosi legumi ; dopo che i fagiolini erano stati raccolti veniva il turno dei cavoli

- A fine stagione era utilizzato per raccogliere le mele cadute dall'albero
- Quando dei visitatori arrivavano all'improvviso era sorprendente vedere come questo vecchio grembiule poteva fare la polvere
- All'ora di servire il pasto la Nonna andava sulla scalinata agitando il suo grembiule e gli uomini nei campi sapevano immediatamente che dovevano andare a mangiare
- La Nonna l'utilizzava anche per posare la torta di mele appena uscita dal forno sul bordo della finestra affinché si raffreddasse; ai nostri giorni sua nipote la appoggia per scongelarla
Ci vorranno tanti lunghi anni prima che qualcuno possa inventare qualche oggetto che possa rimpiazzare questo bel vecchio grembiule che serviva a tante cose.


E ricordando le nostre Nonne, inviate questa storia a chi sa e a chi può apprezzarla :
la storia del grembiule della Nonna.

Questo testo non è mio ma è di Véronique del forum "forum des Piquées du fil" che l'ha ricevuto nella sua casella di posta e che ce ne fa partecipi; io l'ho raccolto sul blog di Pat che l'ha raccolto sul blog di Florence la quale non solo le ha dato il permesso di tradurlo e pubblicarlo ma le ha raccomandato di diffonderlo, e non posso che convenire con le sue parole che dicono " trovo questo testo commovente, mi ricorda veramente le mie nonne, una un po' più dolce, l'altra un po' più "dura" d'aspetto perché il suo cuore si scioglieva quando si trovava la breccia".
Questo post lo dedico alle mie NONNE che non ci sono più.
Le foto le ho prese in giro per il web ma prima o poi scannerizzerò tutte le foto che ho e potrò mettere le foto delle MIE NONNE

14 commenti:

maria chiara ha detto...

che bello rivedere la nonna nelle tue parole...grazie.... Chiara

teodolinda ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Milly ha detto...

Ciao Mena...
sai che questo racconto mi ricorda davvero le mie nonne!!
un felice week end!
Milly

adamus ha detto...

Ciao Mena, bellissimi ricordi, Ti ringrazio per questo. Buon weekend

teodolinda ha detto...

ciao Mena
questa storia mi è piaciuta tantissimo e ora la pubblico anch'io.
non hai i link di Florence e Pat?


Il commento eliminato era mio, avevo fatto un errore.
ciao ciao

Il pollaio di Pat ha detto...

grazie per aver ripreso il racconto...sencondo me è così bello e pieno di emozioni che vale la pena di farlo circolare...
a presto (sperando di vedere le fotografie delle tue nonne)
pat

Teodolinda ha detto...

Grazie, i link li ho presi ieri sera quando mi ha lasciato il commento Pat.
Grazie ancora perchè se non fosse per te mi sarebbe sfuggita questa bella storia.
ciao ciao

PuntoCroce ha detto...

E' verissimo Mena, i grembiuli vengono sempre associati alle nonne!! Anche la mia nonna lo indossava sempre, anche quando, poverina, la sua salute non le permetteva più di fare lavori in cucina o in giardino... che tenerezza!!!
un rande bacio Mena, a presto
Maria Rosa

Grazia ha detto...

non vedo l'ora di recuperare un po' di foto a casa di mia madre...questo post e' bellissimo!!! :)

enrica ha detto...

che belle parole, io ho un vecchio grambiule nero della mia bisnonna con un bellissimo pizzo nero. In tanti me l'hanno copiato per le rievocazioni degli antichi mestieri. In quanto a me non lo uso mai a scapito dei vestiti tutti macchiati. La mia nonna che ha 87 anni mette sempre lo stesso e non si capisce più qual'era la fantasia originale, visto che ha mille toppe una sopra l'altra (e dire che nell'armadio ne avrà una decina di nuovi che tiene lì... non si sa per quale occasione!!)
Posso copiare questo post e usarlo anch'io?

leideedisusy ha detto...

ahh il grembiule!!
mia madre ci metteva Lilly (la nostra gattina siamese) nella tasca quando era piccola e se la portava in giro per casa!!
grazie Mena!

Paola ha detto...

Che bello questo post , originalissimo e e molto intimo . Penso che , in ciascuno di noi , abbia risvegliato ricordi dolcissimi e indimenticabili . Farò una ricerca per vedere se trovo foto delle mie nonne col grembiule ,per pubblicarle nel ricordo di un indumento così tanto usato da loro .
Grazie Mena

Cleo ha detto...

Caspiterina proprio bello questo post sul grembiule e come ha detto qualcuna, si ha risvegliato dei vecchi ricordi. Non proprio la mia nonna, donna cittadina e quindi non utilizzatrice del grembiule se non per lavare i piatti, ma la mia prozi: leggendo mi è priprio apparsa davanti agli occhi, col suo grembiule nero, in tutte le situazioni descritte ... e col fazzoletto in testa.
Posso copiarlo anch'io questo post?
Ciao Mena

flora delli quadri ha detto...

Questo è un racconto che ho scritto io e pubblicato su Altosannio.it in data 12 luglio 2014, in due versioni, in italiano e in dialetto del mio paese. Successivamente la versione italiana è stata ripresa da una testata nazionale e da allora è diventato di dominio pubblico, tutti lo hanno scritto e tutti lo firmano col proprio nome. Finora è stato copiato non so quante volte, da tutti, e tutti, salvo poche eccezioni, ne sono gli autori.
Quindi non è né di Neronique, né di Pat, né Florence, né di chiunque altro, è solo un modesto rimaneggiamento di un mio scritto.
Non capisco cosa costa alle persone riprendere un articolo e citarne il vero autore
http://www.altosannio.it/grembiule-nonna-versione-italiana/