TRADUTTORE

Translate Italian to EnglishTranslate Italian to GermanTranslate Italian to FrenchTranslate Italian to PortugueseTranslate Italian to SpanishTranslate Italian to Russian
gadGet by genialFactory

domenica 30 novembre 2008

Prima domenica d'Avvento


Che bello, arriva Natale!!!!!!!!!!!
Oggi inizia il periodo dell'avvento e ho preparato una piccola corona: mi raccomando non siate troppo severe, ma per quanto riguarda questi lavori lascio molto a desiderare.
L'ho portata in chiesa dove è stata benedetta e oggi il cucciolo di casa ha acceso la prima candela ed ha recitato la preghiera quando ci siamo riuniti intorno al tavolo per pranzare.
Le quattro candele hanno un loro significato e vengono accese progressivamente, una per settimana, ogni domenica, quando la famiglia è riunita: sono il simbolo dell’avvicinarsi del Signore, che viene per illuminare la nostra vita.
Di solito l’accensione è riservata al più piccolo, proprio perché questa tradizione è nata per preparare i bambini al Natale (durante la settimana si possono accendere le candele quando si prega o si mangia insieme, quando arriva un ospite…).
La prima candela dovrebbe essere di colore viola ( io non le ho trovate dei vari colori e le ho messe tutte rosse).Questa prima candela si chiama Candela del Profeta ed è la candela della speranza. Ci rammenta che molti secoli prima della nascita del bambino Gesù, uomini saggi chiamati profeti predissero la sua venuta.
Un profeta di nome Michea predisse perfino che Gesù sarebbe Nato a Betlemme!
Vi sembrerà strano, ma ho scoperto solo ora che ogni candela ha un significato ben preciso e, anche se sono sicura che molti di voi li conoscono, ogni settimana pubblicherò un post con il significato della candela che verrà accesa.

5 commenti:

Sclody ha detto...

E' bello avere queste tradizioni Mena. Hai vinto il mio blog candy!! Contattami!!!

PuntoCroce ha detto...

meraviglioso e dolcissimo...
complimenti Mena!!

Manuela ha detto...

E' molto bello quanto scrivi e mi fa piacere leggere di questa tradizione (che peraltro non conoscevo!) anche su blog aperti da persone a migliaia di km da te, l'Italia si vede unita in queste cose alla faccia delle cretinate che si leggono ingiro. Hai fatto bene a pubblicarla.
Un abbraccio
Manuela

Raffaella ha detto...

Non si finisce mai d'imparare!

lunatitubante ha detto...

che bellissima tradizione ... è importante mantenerle vive,perchè sono valori e hanno degli insegnamenti celati.